Torna alla home page del MIUR top
top
spacer
fasia
 
Novita'
spacer
 

fasia
 
Comunicati stampa
spacer
 

fasia
 
Scuole
- Statali
- Puglia Statali
spacer
 

fasia
 
Scuole paritarie
spacer
 

fasia
 
Scuole non paritarie
spacer
 

fasia
 
Il Nuovo Obbligo di Istruzione
spacer
 
spacer

fasia
 
Esami di stato secondaria I grado
spacer
 
spacer

fasia
 
Esami di stato secondaria II grado
spacer
 
spacer

fasia
 
spacer
 

fasia
 
La Puglia e l'Europa
spacer
 

fasia
 
Ambiti Territoriali
spacer
 

fasia
 
Formazione
spacer
 

fasia
 
CONCORSI
Dirigenti Scol.
Docenti
Ins. Religione Personale amministrativo Comandi Autonomia Scolastica
spacer
 
spacer

fasia
 
Corsi speciali abilitanti
spacer
 
spacer

fasia
 
Monitoraggi e rilevazioni
spacer
 

fasia
 
Gare di appalto
storici - Ex LSU
spacer
 
spacer

fasia
 
Protocolli d'intesa
spacer
spacer
 

fasia
 
Link
spacer
 


HTML 4.01 valido!

Valid CSS!
 
header  Novità

PROTOCOLLO D'INTESA
TRA
L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA
FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA
CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE
E
L'UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA

Visto l'art. 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59, che consente alla scuola dell'autonomia di interagire da protagonista con le autonomie locali, i settori economici e produttivi, gli enti pubblici e le associazioni del territorio, nonché di perseguire tramite l'autonomia la massima flessibilità;

Visto il D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275, con il quale è stato emanato il regolamento recante norme in materia di autonomia didattica e organizzativa delle istituzioni scolastiche ai sensi del citato art. 21;

Vista la legge 18 dicembre 1997, n. 440, concernente l'istituzione del fondo per l'arricchimento e l'ampliamento dell'offerta formativa;

Viste le annuali direttive ministeriali con le quali vengono indicate finalità, modalità organizzative e fonti di finanziamento a cui le singole scuole, nell'ambito della propria autonomia, possono far riferimento per promuovere iniziative complementari e integrative del percorso formativo degli studenti, per creare occasioni e spazi di incontro da riservare loro, per favorire l'apertura della scuola alle domande di tipo educativo e culturale provenienti dal territorio, in coerenza con le finalità formative istituzionali;

Visto il D.P.R. 10 ottobre 1996, n. 567, così come modificato e integrato dal D.P.R. 9 aprile 1999 n. 156, con il quale è stato approvato il regolamento che disciplina le iniziative complementari e le attività integrative delle istituzioni scolastiche;

Vista la direttiva del Ministro della Pubblica Istruzione 23 settembre 1996, n. 600, concernente interventi di educazione alla salute, prevenzione dell'insuccesso scolastico e disagio;

Visto il D.P.R. 24 giugno 1998, n. 249, con il quale è stato approvato lo Statuto delle studentesse e degli studenti;

Viste le annuali direttive ministeriali che definiscono le linee di indirizzo per l'aggiornamento, la formazione in servizio e lo sviluppo professionale del personale della scuola;

Vista la direttiva del Ministro della Pubblica Istruzione 3 dicembre 1999, n. 292, recante linee di indirizzo per la presentazione, l'attuazione, il monitoraggio e la valutazione degli interventi di educazione alla salute da parte delle scuole di ogni ordine e grado e per lo svolgimento di attività di formazione;

Visto il D.Lgs. 8 maggio 1998, n. 178, concernente la trasformazione degli Istituti superiori di educazione fisica e istituzione di facoltà e di corsi di laurea e di diploma in scienze motorie, a norma dell'articolo 17, comma 115, della legge 15 maggio 1997, n. 127;

Considerata la funzione primaria della scuola nel campo dell'educazione e dell'istruzione al fine della costruzione di un corretto stile di vita;

Visto il Decreto del MURST n. 509 del 3 novembre 1999, relativo al Regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli Atenei;

Visto il Decreto del MURST 4 agosto 2000, concernente le classi di lauree di durata triennale e considerate le peculiarità della classe 33 - Scienze delle attività motorie e sportive;

Visto il Decreto del MURST 28 novembre 2000 concernente le classi di Lauree Specialistiche e considerate le peculiarità delle classi 53/s - Organizzazione e Gestione dei Servizi per lo sport e le attività motorie, 75/s - Scienze e Tecnica dello Sport, 76/s - Scienze e Tecniche delle attività motorie preventive e adattative;

PREMESSO

che l'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia intende:

  • potenziare le capacità di autonoma gestione delle scuole affinché concorrano alla realizzazione delle finalità del sistema educativo, nell'ambito del processo di rinnovamento del sistema nazionale dell'istruzione, che investe gli assetti istituzionali, l'offerta formativa e l'organizzazione dell'insegnamento;

  • rapportare l'offerta di formazione alle esigenze del mondo contemporaneo, assicurando alle istituzioni scolastiche regionali la possibilità di sostenere adeguatamente il confronto internazionale, resosi necessario per il legame che unisce i sistemi scolastici dell'Unione Europea, nonché per garantire che i risultati raggiunti non si disperdano, una volta conclusi i vari percorsi di apprendimento;

  • valorizzare la rinnovata professionalità dei docenti nella veste di promotori delle dinamiche di apprendimento e di valutatori dei loro esiti;

  • dedicare, nell'ambito dell'attività svolta per il rinnovamento dei contenuti delle discipline oggetto dei percorsi didattici della scuola riformata, particolare attenzione all'insegnamento dell'educazione motoria, fisica e sportiva;

  • garantire un nuovo rapporto con il mondo del lavoro, sia attraverso raccordi istituzionali flessibili, sia attraverso il canale della formazione, rafforzando la qualità e la diffusione dell'informazione;

PREMESSO

che il Corso di Laurea in Scienze Motorie istituito presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Foggia in base al D.Lgs. n. 178/98, citato in premessa, persegue, per statuto, i seguenti fini istituzionali:

  • fornire la cultura scientifica e tecnica necessaria alla preparazione e al perfezionamento professionale relativi all'insegnamento dell'educazione fisica, motoria e sportiva, alle attività professionali, organizzative e manageriali connesse alle scienze motorie e allo sport, allo sviluppo, mantenimento e recupero dell'integrità psicofisica dell'individuo, mediante l'attività motoria adattata alle diverse esigenze ed alle diverse età;

  • tendere al raggiungimento della qualità più elevata dell'istruzione nel campo delle scienze motorie, affinché sia rispondente alle esigenze professionali della società odierna;

  • sostenere le attività formative, curare l'orientamento e l'inserimento nel mondo del lavoro;

  • promuovere il processo di integrazione nell'ambito dell'Unione Europea e sul piano internazionale, favorendo tutte le forme di collaborazione per la circolazione del sapere e lo scambio di docenti e discenti;

  • approfondire le tematiche della disabilità, attraverso la raccolta di dati e la documentazione sulle varianti e specificità delle singole tipologie, nonché sulle metodologie didattiche e sulle tecniche riguardanti l'attività motoria adattata e in particolare la pratica sportiva, supportando gli operatori anche con l'ideazione e la produzione di materiale didattico-tecnico mirato;

  • attuare progetti di ricerca nell'ambito della didattica delle attività motorie e sportive;

SI CONVIENE QUANTO SEGUE:

Art. 1 - Oggetto

La presente intesa ha come oggetto lo scopo di instaurare un rapporto di collaborazione tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e la Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea in Scienze Motorie di Foggia, per l'attuazione di una serie di iniziative volte alla realizzazione degli intenti dell'Amministrazione Scolastica, elencati in premessa, con il supporto delle conoscenze e competenze, come sopra specificate, dell'Istituto Universitario.

Art. 2 - Obiettivi

Le iniziative intendono raggiungere, in particolare, i seguenti obiettivi:

  • sostegno ai processi di trasformazione e di aggiornamento dei contenuti disciplinari e interdisciplinari dei curricoli scolastici, con particolare riguardo alla programmazione e valutazione relative all'insegnamento dell'educazione motoria, fisica e sportiva;

  • attuazione di periodi di tirocinio e di stage degli studenti del corso di Laurea in Scienze Motorie e in Scienze delle Attività Motorie e Sportive, così come previsti dall'Ordinamento e dal Regolamento Didattico della Facoltà di Medicina e Chirurgia, presso gli istituti d'istruzione di ogni ordine e grado della Regione Puglia, sulla base di specifiche convenzioni da stipulare con queste ultime;

  • realizzazione di corsi di riqualificazione e di formazione in servizio da destinare al personale docente di educazione fisica, individuando tematiche connesse agli obiettivi formativi da raggiungere in relazione alle esigenze dei processi di rinnovamento e di attuazione dell'autonomia scolastica;

  • attuazione di progetti di ricerca didattica in accordo con le finalità educative e formative delle istituzioni scolastiche autonome, da realizzarsi sul territorio regionale.

Art. 3 - Modalità di attuazione

Per il raggiungimento degli obiettivi individuati dal presente protocollo potranno essere attuate intese specifiche per la realizzazione di ricerche e studi, incontri di studio, convegni, conferenze ed altre attività, anche in collaborazione con altre istituzioni nazionali ed internazionali. In particolare, la Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea in Scienze Motorie di Foggia, si impegna a curare una costante attività di orientamento per l'iscrizione agli studi universitari, nonché di tutorato e di sostegno alle attività formative ai fini dell'inserimento nel mondo del lavoro.

Art. 4 - Organismo preposto all'attuazione dell'intesa

L'attuazione della presente intesa è demandata ad una struttura con compiti di programmazione, di indirizzo, di monitoraggio e di valutazione, costituita da un gruppo di lavoro a livello regionale composto da due rappresentanti dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e da due rappresentanti del Corso di Laurea in Scienze Motorie di Foggia, designati dalle parti.
Il Presidente del gruppo di lavoro sarà individuato, d'intesa tra le parti, tra personale dotato di adeguata professionalità in relazione all'oggetto del presente protocollo d'intesa.
Il gruppo di lavoro avrà il compito di:

  • sovrintendere alla corretta applicazione del protocollo esaminando i problemi e prospettando le soluzioni;

  • coordinare l'attuazione degli interventi sul territorio regionale e assicurarne l'omogeneità;

  • individuare le modalità di diffusione delle informazioni;

  • promuovere il monitoraggio e redigere una relazione annuale delle attività.

Art. 5 - Ufficio preposto alla gestione dell'intesa

I profili organizzativi e di gestione afferenti all'attuazione del protocollo d'intesa verranno curati dalla Direzione Scolastica Regionale per la Puglia - Ufficio di coordinamento per le attività motorie e sportive, che assicurerà il necessario raccordo con la Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea in Scienze motorie di Foggia.

Art. 6 - Durata

Il presente protocollo di intesa, che entra in vigore dalla data della stipula, ha la durata di tre anni scolastici, a decorrere dall'a.s. 2002/2003, e si intende tacitamente rinnovato, di anno in anno, qualora una delle due parti non esprima un diverso avviso almeno 3 mesi prima delle singole scadenze.
Il medesimo protocollo di intesa potrà essere, per sopravvenute esigenze e d'intesa tra le parti, modificato in ogni momento.

6 maggio 2003

L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA
Il Rettore
Prof. Antonio Muscio
L'UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA
Il Direttore Generale
Dr. Giuseppe Fiori
 
fasia
 
Archivio news
spacer

Anno 2011
spacer

Anno 2010
spacer

Anno 2009
spacer

Anno 2008
spacer

Anno 2007
spacer

Anno 2006
spacer

Anno 2005
spacer

Anno 2004
spacer

Anno 2003
spacer

Anno 2002
spacer

Anno 2001
spacer

 
spacer


Istruzione.it
© 2000-2010 Ministero della Pubblica Istruzione